rus / ita / en

L'umanità deve creare un nuovo mondo

4 / 2018     RU / ITA
L'umanità deve creare un nuovo mondo
Vasilij Pavlovich Goch autore de Teoria della Causalità, fondatore de Scuola della Causalità
Qualunque Cammino ha inizio dal primo passo che rappresenta la decisione dell’uomo sulla necessita di conoscere sé stesso e la Verità. In questo Cammino l’uomo si rigenera e non esistono limiti, poiché con lui cambia anche il mondo circostante.

Vasilij Pavlovich, la nostra prima domanda riguarda la Teoria della Causalità stessa: in cosa si contradistingue rispetto all’enorme varietà di tecniche sull’autosviluppo e alle pratiche di crescita personale che esistono oggi?

GOCH VASILIJ PAVLOVICH: Le tecniche e le pratiche di crescita interpersonale sono locali, la Teoria della Causalità è una Metodologia della Totalità che include tutti gli aspetti dell’Essere: il piano materiale, quello energetico e quello spirituale.

Quanto è un sistema di conoscenza la scienza? Lei parla di un Creatore come di un Fondatore di tutte le cose, ma questo non va in contraddizione con le teorie scientifiche?
La scientificità si conferma dalla mole di opere e tesi.

Di fronte all’umanità si è posto un nuovo quesito: “imparare a costruire nuovi mondi. Quelle particolari persone che saranno riuscite a raggiungere gli apici responsabili della conoscenza, potranno diventare fondatori di universi. Noi non possiamo sapere dove emergerà la fluttuazione creativa nella quale ricadrà la scintilla di Dio. Perciò bisogna disporre tutti delle condizioni che permettano la creatività. Il passaggio della società nello stato attuale a un nuovo livello di conoscenza è stato già determinato. L’essenza della storia sociale si basa proprio sull’innalzamento dell’intelletto popolare.” (Igor Ostrezof, professore, dottorato in scienze tecniche, ex vicedirettore del VNII di ingegneria atomica energetica).
Tutti i grandi scienziati, nel corso del proprio Cammino, sono arrivati a Dio, per esempio, Mark Plank: “Io, come uomo che ha dedicato la propria vita allo studio della materia nell’esattezza delle scienze, posso riassumere le mie ricerche nel campo della fisica atomica nel modo seguente: non esiste la materia come tale! La materia si organizza ed esiste grazie alla forza che suscita una vibrazione in tutti gli elementi dell’atomo e che preserva l’integrità del sistema solare microscopico… Noi dobbiamo percepire dietro di essa la presenza di una certa Intelligenza cosciente che è anche la matrice di tutto ciò che esiste.”

Vasilij Pavlovich, è possibile pensare che chiunque possa far proprie le conoscenze della Filosofia della Causalità, o bisogna possedere delle capacità specifiche, passare attraverso alcuni stadi dello sviluppo spirituale?
Da cosa bisognerebbe iniziare questo percorso? Esistono dei limiti a questo sviluppo?

Qualunque Cammino ha inizio dal primo passo che rappresenta la decisione dell’uomo sulla necessita di conoscere sé stesso e la Verità. In questo Cammino l’uomo si rigenera e non esistono limiti, poiché con lui cambia anche il mondo circostante.

In che modo la Metodologia della Causalità può essere applicata alle Tematiche del Lavoro? È possibile ritenere che l’automiglioramento spirituale favorisca anche la crescita dei beni materiali?

Io e Krichmar abbiamo appena portato a termine un elaborato sul libro “La teoria assoluta degli affari” che verrà pubblicato a Sebastopoli. In Germania la casa editrice “Palmarium” ha pubblicato il libro “L’economia assoluta” in collaborazione con Hudadatov D. H. e Babaev G. K. Ci sono inoltre le mie “Lezioni per il lavoro” dove vengono rivelati i processi che hanno a che fare con la transizione quantica dell’Essere e la loro influenza sugli affari e sul lavoro. Viene mostrato l’utilizzo pratico della Teoria della Causalità e forniti i prodotti della Metodologia della Totalità.
È stato documentato l’effetto della Metodologia della Totalità sull’uomo, le sue interazioni, tra le quali rientra il lavoro, qualunque sistema vitale e anche la materia come l’acqua.

La Sua filosofia è applicabile nella società di altre culture e Paesi oppure può comunque essere compresa solo dalla mentalità russa?

Il creatore e la creazione sono interconnessi. Hanno lo stesso campo di rappresentazione, cosi come per l’artista e le sue opere. I mass media emergono nel momento in cui tra il creatore e la creazione viene stabilita una connessione creativa. L’uomo può creare forme mentali a sua immagine e somiglianza. Quindi, quello che creerai, avrà diritto su di te. Noi siamo responsabili di coloro che dominiamo, abbiamo un campo comune di rappresentazione che, nel caso in cui se ne vada, lo fa con una parte di noi.
Verner Heisenberg stabilì il ruolo fondamentale dell’osservatore nella fisica quantistica. In fisica quantistica l’osservatore e l’oggetto dell’osservazione non possono essere separati l’uno dall’altro, però possono essere ancora distinti.
Il fisico americano J. Willer ha presentato un modello comprensivo dell’Universo, secondo il quale l’Universo si confronta con un circuito autoeccitante che genera consapevolezza. In periodi specifici di tempo, l’Universo genera degli osservatori-partecipanti, le cui osservazioni forniscono all’Universo palpabilità e realtà. Willer ha proposto che la realtà non è costituita soltanto da un fenomeno di tipo fisico, ma si forma anche da atti di osservazione e di percezione, essendo connessa alla consapevolezza dell’osservatore.
La Metodologia della Totalità è il risultato della conoscenza della Verità di tutta l’umanità e già adesso viene usata sia in Occidente che in Oriente.

Si può dire che seguire il Cammino della spiritualità armonizza anche la persona stessa preservando la sua giovinezza, dinamicità, salute, e quindi anche il suo Fare, indipendentemente dalla religione e dal Paese nel quale vive la persona stessa?

Assolutamente si!

Come vede le nostre strade con la civiltà europea: si separano progressivamente o, al contrario, possiamo ancora trovare dei punti in comune?
Secondo Lei, Quali Paesi hanno un’anima più simile alla nostra, con quali abbiamo bisogno di scambiarci valori e risorse?
Lei capita spesso in visita nei Paesi europei, come reagisce la loro mentalità alle Sue invenzioni e alla Filosofia della Causalità?

Ci siamo sviluppati insieme non solo geograficamente, ma anche storicamente e spiritualmente, alla luce di ciò possediamo le stesse radici. Gli elementi della crisi parlano di una congiunzione e non di una discrepanza, poiché se una persona mi è distante, non me ne ricorderò.
In quei Paesi che ho visitato io, ho notato un certo interesse verso la Conoscenza. Dopo l’esposizione a Bruxelles organizzata dall’Università internazionale dei francofoni nel corso di un incontro speciale il consiglio degli scienziati ha sottolineato che i miei metodi nel campo della conoscenza rappresentano la scienza del futuro e mi ha assegnato il titolo scientifico di “dottore onorevole”. Sono fiero della lettera di ringraziamento del re delle tribù del Camerun “per lo sviluppo di una metodologia che contribuisce alla vita”.

In una delle sue interviste Lei ha menzionato che molta Energia oggi è concentrata in Russia e, in particolar modo, in Siberia. Quanto potenziale spirituale possiede oggi la Siberia?

Un luogo o una regione in quanto tale non possiede alcun potenziale spirituale, questo risiede piuttosto nelle persone. La Siberia ha accolto sin dall’inizio la Metodologia della Totalità in modo attivo. Grandi Centri di studio della Causalità sono localizzati a Novosibirsk, Irkutsk, Tomsk, Tjumen.

È possibile non utilizzare la chance che ci viene data e lasciarsi sfuggire il momento di accensione nella corrente del Nuovo Tempo? Cosa bisogna fare per non lasciarsela sfuggire?

Non è possibile lasciarsela sfuggire per via dell’assenza di movimento, i cambiamenti si manifestano nei momenti di stasi, di crisi, di malattia.

Noi percepiamo in questo stesso momento questa felicita del Nuovo mondo? Vediamo come il mondo sta cambiando al meglio?

Il risultato del coinvolgimento (felicita!) dell’uomo è nel suo stato e nella sensazione di grazia del proprio essere. Questo stato di benessere lo percepiscono anche le persone circostanti, e si trasmette attraverso l’armonizzazione secondo la Metodologia e la comunicazione. Perciò prendetevi cura dei vostri cari e degli amici!
Buon Cammino!

Goch Vasilij Pavlovich 

Ha un dottorato in scienze biologiche e tecniche, uno in linguistica moderna, ha qualifica come professore; inoltre è professore onorario dell’Università Internazionale di Vienna, dottore onorevole dell’Università Internazionale dei Francofoni (Bruxelles — Ginevra), membro effettivo di otto Accademie delle Scienze.

È vincitore del primo concorso internazionale “Professionista della salute” (San Pietroburgo, 2007), vincitore di 10 premi scientifici, tra cui quello di A. Chizhevskij (Russia, 2003), di V. Vernadskiy (Russia, 2005), vincitore del titolo di “Il miglior guaritore del Terzo Millennio” (Russia, 2003), un brillante ricercatore scientifico d’Europa e naturopata emerito d’Europa (Accademia Europea delle Scienze Naturali, Hannover, 2013). Esponente emerito della medicina popolare della Russia (2006).

Vincitore dei premi internazionali:

•    “United Europe” (Accademia Europea delle Scienze Naturali, 2010); del titolo di Socrate (2012).
•   “Per l’attitudine professionale” (San Pietroburgo, 2011).
•   “Coesione e Successo” (Mosca, 2016).
•   “Alto livello di successo” (Mosca, 2017).

    Vincitore dei premi nazionali:

•    “Élite degli studi della Russia” nella sezione “Per il gran contributo nella rinascita spirituale della nazione” (2008).
•   Premio onorifico della Russia “Direttore dell’anno” (2016).
•   “Imprenditore emerito” (2016).

•   “Business Leader” (2017). 30 anni di esperienza di lavoro nel settore.

Autore di 552 opere scientifiche, tra le quali 51 brevetti per invenzione e modelli di utilità nel campo della medicina, della biologia e della psicologia, 69 attestati per Diritti d’Autore e 118 monografie sulla Teoria della Causalità, sulla fisica e sulla cronologia del Tempo, sulla filosofia, pubblicate in dieci lingue con una tiratura complessiva di più di 570 mila copie.

Onorificenze a fiere internazionali sull’innovazione, la ricerca e le nuove tecnologie a Bruxelles, Budapest, Ginevra, Seul e altri centri mondiali: 9 Gran premi, 278 medaglie d’oro, 66 medaglie d’argento e 44 medaglie di bronzo, 73 Premi Speciali.

La Scuola della causalità si è formata nel 1991 come corrente filosofica, fondata sulla conoscenza delle cause degli aspetti dell’Essere.

Tra le opera della scuola sono state pubblicate 1169 opere scientifiche, delle quali 157 monografie e 50 brevetti per invenzione e modelli di utilità. Sono state discusse 34 tesi di dottorato e 52 dissertazioni per il titolo di kandidat nauk (l’analogo di Phd Thesis in Russia). I collaboratori della Scuola sono vincitori di 16 premi scientifici. In base alla proprietà fondamentale della Causalità, ovvero l’impatto materiale della ragione sull’effetto, sono state sviluppate le Tecnologie pensate per risolvere il problema dell’armonizzazione e dello sviluppo della Vita in tutte le sue forme di manifestazione e per permettere all’uomo di migliorare se stesso ed il mondo circostante.

Sulla base della Metodologia della Causalità il primo maggio del 2006 è stata formata la scienza assoluta non classica (NTN), la quale si pone come un’auto trascendenza (trasformazione a immagine) della visione del mondo scientifico sui fondamenti della Totalità.